Montagne in Movimento. Un successo la visita a Villa Scirca

Montagne in Movimento. Un successo la visita a Villa Scirca

Un vero successo per Montagne in Movimento, la singolare serie di escursioni didattiche ideate dal Gruppo Speleologico Gualdo Tadino e organizzate con la Sezione CAI gualdese e la Confraternita della SS. Trinità. Sabato quattordici aprile è stata la volta della visita all’opera di presa di Scirca, sul monte Cucco tra Sigillo e Costacciaro, l’origine di un acquedotto di grande importanza per Perugia realizzato negli anni trenta dello scorso secolo. Il patrocinio ottenuto da Umbra Acque non è stato solo una formalità: oltre alla partecipazione all’incontro iniziale del ventiquattro marzo alla Rocca Flea di Gualdo Tadino, con ben due interventi dell’ing. Renzo Patacca e dell’ing. Andrea Vitali, ad attendere i convenuti alla Scirca c’era un più che valido staff, con l’Amministratrice Delegata dott.ssa Tiziana Buonfiglio, ancora l’ing. Andrea Vitali, i dipendenti Carlo Nitrici e Fabio Ippoliti: a loro, per la disponibilità e competenza, va un sincero ringraziamento da tutti i presenti. Gli oltre quaranta partecipanti, dai vecchi speleologi, agli escursionisti a nuove leve molto motivate, hanno potuto ammirare le opere ingegneristiche che assicurano un costante rifornimento idrico al capoluogo di regione ed ai paesi circostanti con acque di ottima qualità. Le informazioni date dai tecnici di Umbra Acque hanno permesso di apprezzare l’importanza dell’opera e di comprendere appieno quale patrimonio le nostre montagne conservano al loro interno. Un ormai consueto “fuoripista” ha completato la giornata: la risalita del torrente delle Gorghe sul monte Cucco fino alle Balze delle Lecce, dove è stato possibile ammirare la sorgente del “Ventaglio”, fenomeno non usuale osservabile solo in periodi di eccedenza idrica.

Ricordiamo che il prossimo appuntamento è per domenica 29 maggio con un’escursione per approfondire la conoscenza delle: LE SORGENTI DELLA ROCCHETTA; TANE DEL MONACO; S.MARZIO CON CUNICOLO ACQUD. DELLA ROCCA FLEA

 

Share
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.