Porta San Donato si aggiudica il corteo storico

Porta San Donato si aggiudica il corteo storico1° San Donato con 29 p.;
2° San Benedetto con 28p.;
3° San Facondino con 27 p.:
4° San Martino con 24 p.
E’ questo il verdetto della giuria di qualità che ha giudicato il corteo storico:
“Siamo stati in grande difficoltà ad assegnare i punteggi perché il livello generale del corteo ci ha sorpreso per il gran lavoro messo in evidenza e ci ha emozionato- ha detto la prof.ssa Stefania Zucchini, presidente della giuria- Ne ho visti tanti di cortei storici ma difficile ricordarne qualcuno di così alto livello”.

La cerimonia di premiazione, presente il sindaco Presciutti con lo speaker Giuseppe Ascani, si è tenuta presso il teatro Talia con tanti ospiti presenti, dal sindaco di Corciano (città ospite d’onore) Cristian Betti, alla miss Italia Alessia Rachele Arlanch, a Chiara Bigioni dell’azienda Rocchetta e poi il sindaco di Gubbio Stirati, l’assessore regionale Luca Barberini e tanti altri. Premi anche per gli speaker storici dei Giochi Enrico Brunetti, Maurilio Pecci e Claudio Zeni.
Il presidente dell’Ente Paolo Campioni ha sottolineato il fatto che da quest’anno si è fatto di tutto per realizzare i Giochi seguendo le regole esistenti in fatto di sicurezza. Possono non piacere ma le regole vanno rispettate, ha concluso.

Riccardo Serroi

Share
Questa voce è stata pubblicata in Giochi de le Porte e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Porta San Donato si aggiudica il corteo storico

  1. massimiliano barberini scrive:

    Complimenti vivissimi per la riuscita della manifestazione. Mi permetto di dare un suggerimento per la sfilata:guardandola da diversi anni da spettatore e ascoltando i commenti del pubblico,con il fatto che oramai molti carri sono allegorici,risulta difficile la comprensione del significato degli stessi e sarebbe opportuno,a chi interessa,lasciare un plico con la descrizione di ogni singola sfilata di ogni singola porta ed il suo significato,in quanto,ad esempio,chi si trova in piazza Mazzini è tagliato fuori dalla descrizione invece dettagliata che ne viene data a voce dallo speaker in piazza Martiri.

I commenti sono chiusi.