Premiazione del Concorso “Poesia, che passione!”

Premiazione del Concorso “Poesia, che passione!” al Liceo CasimiriVenerdì 26 settembre, presso l’Istituto “Raffaele Casimiri” di Gualdo Tadino si è tenuta la cerimonia di premiazione del Concorso “Poesia, che passione!”, dedicato alla memoria del poeta gualdese Giuseppe Lucrezi. Il Concorso è giunto alla nona edizione e da quest’anno è stato esteso a livello nazionale. L’argomento era “L’IO”, inteso come la libera espressione della propria interiorità e i ragazzi di tutta Italia hanno interpretato in modo personale questa tematica, sviluppandone vari aspetti. I componimenti sono stati esaminati con molta attenzione ed interesse da una giuria composta dalla Dirigente professoressa Francesca Cencetti, da docenti e alunni dell’Istituto, che li ha selezionati, fino a decretare i vincitori delle tre categorie previste:

  • categoria “Casimiri”: Vittorio Menconi classe IIIC con la poesia “L’apparenza dell’essere”
  • categoria “Scuole secondarie di primo grado”: Giuseppe Gurrado Istituto comprensivo di Irsina- Scuola secondaria di I° “G. Mascolo” prov. Matera con la poesia “Carta bianca”
  • categoria “Scuole secondarie di secondo grado”: Chiara Ponti Liceo Scientifico “A. Volta” di Spoleto con la poesia “Aquiloni persi”.

La cerimonia si è aperta con il saluto della Dirigente che ha sottolineato come sia importante dare la possibilità ai giovani di esprimersi attraverso il linguaggio universale della poesia e ha anche ricordato che le poesie finora pervenute sono state raccolte in un libro, “Emozioni”, presentato l’anno scorso ad “Umbria-Libri”. La parola è passata poi all’Assessore alla Cultura, Roberto Morroni, che ha portato il saluto di tutta l’Amministrazione, lodando l’iniziativa e impegnandosi a collaborare in futuro con l’Istituto. La referente del progetto, professoressa Nadia Tittarelli, ha illustrato le varie fasi del Concorso e ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito alla sua realizzazione. E’ seguito l’intervento della professoressa Maria Dorotea Materazzi, ideatrice del Progetto, che ha esortato i giovani a vedere il bello della vita e ad assaporare il gusto della poesia. Commovente l’intervento del professor Carlo Scatena, anch’egli autore di poesie, che ha cercato di spiegare ai ragazzi quale sia il potere magico di questa forma di espressione artistica. Particolarmente toccante anche il ricordo del dottor Carlo Biscontini che nelle passate edizioni ha interpretato con passione le poesie, facendo emozionare tutti con la sua voce calda e profonda.
Le poesie vincitrici sono state recitate e si è poi passati alla premiazione vera e propria, consegnando ai vincitori una targa commemorativa, un premio in denaro per l’alunno interno all’Istituto e un soggiorno per due persone a Gualdo Tadino in occasione dei “Giochi de le Porte” per i ragazzi provenienti da fuori.
Il tutto si è concluso con un ricco buffet che ha allietato i presenti, soddisfatti per la buona riuscita dell’evento e con l’impegno a proseguire questa iniziativa, magari con la pubblicazione di una seconda raccolta di poesie.

F.to Il Dirigente Scolastico Francesca Cencetti

Share
Questa voce è stata pubblicata in Cultura e Spettacolo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.