Presentata al CONI a Roma la delegazione che parteciperà ai Giochi Mondiali Special Olympics di Abu Dhabi. Tra questi ci sarà la gualdese Veronica Rossi

Presentata al CONI a Roma la delegazione che parteciperà ai Giochi Mondiali Special Olympics di Abu Dhabi. Tra questi ci sarà la gualdese Veronica RossiGiornata di festa presso il Salone d’Onore del CONI a Roma dove, giovedì 7 marzo, è stata presentata la delegazione italiana che parteciperà dal 14 al 21 marzo ai Giochi Mondiali Special Olympics di Abu Dhabi. Una delegazione formata da 157 atleti di cui farà parte anche la gualdese Veronica Rossi (unica atleta umbra della spedizione), che parteciperà alle gare dei 100 e 200 metri piani e alla staffetta.
All’importante occasione era presente anche il Sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti, che durante la cerimonia, alla quale hanno partecipato gli atleti azzurri, il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli, il Presidente di Special Olympics Italia, Angelo Moratti, il Direttore Special Olympics Umbria e vice capo delegazione della spedizione italiana, Fabio Casali e gli ospiti d’eccezione Paolo Bonolis e la campionessa di scherma Valentina Vezzali, ha ricevuto dall’organizzazione un prestigioso riconoscimento a nome del Comune di Gualdo Tadino per aver aderito alla campagna “Adotta un Campione” sostenendo la partecipazione di Veronica Rossi. Abu Dhabi ospiterà dal 14 al 21 marzo 7.000 atleti provenienti da 170 paesi che si incontreranno per confrontarsi lealmente in 24 sport e dimostrare le proprie abilità. La delegazione italiana gareggerà in 15 discipline: Atletica, Badminton, Bocce, Bowling, Calcio a 5, Calcio a 7, Equitazione, Ginnastica artistica e ritmica, Golf, Nuoto in vasca e in acque libere, Pallacanestro, Pallavolo, Tennis e Tennis Tavolo. Il team Italia sarà composto da 115 atleti, 39 Tecnici e 3 Delegati tra cui la gualdese Veronica Rossi. Porteranno in alto i colori del nostro Paese e saranno protagonisti di una grande rivoluzione di prospettiva che, attraverso lo sport, toccherà temi fondamentali del nostro tempo come l’accettazione di tutte le diversità e la piena inclusione. Va ricordato che gli Special Olympics sono una manifestazione che si celebra ogni 4 anni (come le olimpiadi) e l’ultima edizione si è svolta nel 2015 a Los Angeles.
La mission è dimostrare che lo sport, ancora una volta, è lo strumento migliore per offrire l’opportunità alle persone con disabilità intellettive di mettere in campo tutte le loro capacità.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *