Presenze gualdesi alla mostra STENDALE: l’abbraccio delle Muse

La mostra STENDALE: l’abbraccio delle Muse, a cura di Gabriele Perretta, si svolgerà a Corciano (PG) dal 3 agosto al 6 ottobre 2019. Con tale progetto, articolato in varie sezioni, il Festival di Corciano si propone come punto di incontro delle arti, mantenendo vivo il carattere multidisciplinare delle passate edizioni: arte, letteratura, teatro, rievocazioni storiche, enogastronomia. Il progetto si avvale della collaborazione di Comune di Corciano, Pro Loco Corciano, MIBAC, Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria, ABA “P. Vannucci” di Perugia, Regione Umbria, CORCIANO FESTIVAL, 55° Agosto Corcianese.

L’antico borgo umbro, da tempo dedito alla promozione di eventi espositivi e culturali di alto profilo, si prepara all’apertura dell’edizione 2019 del Festival.

Il progetto STENDALE: l’abbraccio delle Muse, nato da un’idea di Fabrizio Fabbri e curato dal Prof. Gabriele Perretta coinvolge oltre 120 artisti, si distingue per l’ampio respiro e si articola in più segmenti: STENDALE-ONE: URBAN EXPO-istallazione stendali, INSIDE STENDALE-TWO: Solo show, INSIDE STENDALE-THREE: Lab Academy, INSIDE EXPO-FOUR: XD3.0.

A questo esteso progetto partecipano anche l’architetto e artista Nello Teodori, protagonista di un evento che si terrà il 4 agosto e presente in STENDALE-ONE: URBAN EXPO-istallazioni stendali, e la sottoscritta Barbara Amadori.

Il Prof. Perretta ci introduce all’idea progettuale partendo dal titolo e dalla parola stendali che fa riferimento agli stendardi del passato, parla inoltre di Muse che richiamano immediatamente la pluralità, le molteplici forze generative presenti e provenienti da ambiti differenti.

Il curatore si sofferma sull’immagine icona del festival, una linea netta arancione che è esattamente il perimetro della cinta muraria di Corciano e che diffonde un pulviscolo verso l’interno e verso l’esterno, alla base il girotondo delle Muse e infine una citazione all’aria di Parigi di Marcel Duchamp. Si delinea quindi un pensiero che tiene conto del passato e del luogo in cui si interviene, ma da cui emergono molteplici e stratificati aspetti.

Un’installazione di stendali avvolgerà le intere mura del borgo e Perretta immagina l’abbraccio delle Muse, l’aria di Corciano e fa riferimento alle figure di Benjamin, Baudelaire e a quella del flâneur.

Il curatore, spiegando le fasi di costruzione del progetto, parla di orchestra, di concerto e di cinema: “Non siamo di fronte alla visione di un film già realizzato ma ci troviamo davanti all’inserimento dei cast”, raccontando così la sua esperienza di “regia” e la collaborazione efficace quale quella con i membri del comitato scientifico (Andrea Baffoni, Maria Brucato, Emidio De Albentis, Alessandra Migliorati, Stefania Petrillo, Alessandra Tiroli).

Il progetto STENDALE: l’abbraccio delle Muse ambisce ora ad incorporare in sé i visitatori che potranno oltrepassare gli Stendali delle mura, camminare per le vie, le piazze, gli ambienti diffusi del centro, le stanze del Palazzo Comunale di Corciano e stringersi alle corrispondenze delle arti.

L’inaugurazione del Corciano Festival 2019 è prevista sabato 3 agosto alle ore 17:30 presso il Chiostro del Palazzo Comunale di Corciano, in tale occasione il curatore Gabriele Perretta condurrà la visita alla mostra STENDALE: l’abbraccio delle muse, la corrispondenza dei sensi e delle arti, diffusa tra le mostre e il Festival.

Barbara Amadori

Share
Questa voce è stata pubblicata in Cultura e Spettacolo e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *