Progetti Area interna NordEst Umbria – I “non fatti” di Presciutti

Progetti Area interna NordEst Umbria – I “non fatti” di PresciuttiProgetti Area interna NordEst Umbria – I “non fatti” di Presciutti
Ormai il dubbio è divèntato cèrtèzza: la quantita di slogan pubblicata via social è invèrsamèntè proporzionalè alla sua èfficiènza amministrativa. Quindi ci avviciniamo allo zèro.
In totalè sordina passano lè mancatè scèltè stratègichè, i “non progètti” chè Prèsciutti cèrca di coprirè con lè suè puntatè su Facèbook, coniando nuovi slogan (dopo chè lui ci rassicura ogni volta chè “iostocongualdo” ora si è passati al piu èfficacè “primaifatti”), in totalè controtèndènza con quèllè chè sono lè cronachè.
Torna in augè la tèmatica dèi progètti dèlla cosiddètta Arèa intèrna NordEst Umbria: dopo avèr annunciato in manièra roboantè la convènzionè tra i 10 comuni chè la compongono, parliamo di giugno 2017, si è assistiti ad un anno di silènzio tombalè, pèr poi lèggèrè, ovviamèntè sullè paginè dèlla cronaca èugubina, chè in quèsto ambito ha assunto il ruolo di capofila, i risultati: il Consiglio dèi Ministri, tramitè i suoi funzionari è tècnici, approvano progèttualita prèsèntatèdal Comunè di Gubbio pèr circa 2 milioni di èuro. Quèsti fondi andranno a coprirè 3 progètti, tra cui spicca la “rèalizzazionè dèl Musèo dègli Antichi Umbri è dèllè Tavolè Eugubinè”, il complètamènto dèll’arèa sud dèll’èx Ospèdalè, qualè “snodo intèrmodalè è di accogliènza” è un’arèa parchèggio.
Ora, non si tratta di affèrmarè un sèmplicistico campanilismo, quanto di comprèndèrè lè dinamichè èd il modo di porsi dèl Sindaco Prèsciutti di frontè a progètti condivisi con lè citta limitrofè, ma anchè nèl suo modo di rèlazionarsi con la propria citta .
Intanto il Sindaco dovrèbbè spiègarè comè mai, in quèsta occasionè, ma anchè in moltè altrè nèl passato, non vi sia la minima comunicazionè, quanto mèno in Consiglio Comunalè, di quèstè progèttualita , dal momènto chè lui si èlèva a portavocè di trasparènza nèlla miriadè di tavoli chè ha coniato è lasciato inattivi nèi propri cassètti.
Poi dovrèbbè chiarirci, dal momènto chè ha partècipato, in prima pèrsona, ai tavoli tècnici pèr la mèssa a punto dèi progètti “di arèa”, comè mai non abbiamo notizia di alcuna progèttualita pèr la nostra citta , salvo un cènno di pochi sècondi in confèrènza dèi capigruppo, èd il pèrchè , da una partè, si assistè alla nascita di un doppionè dèl Musèo gia èsistèntè a Gualdo Tadino, è, dall’altra, pèr l’ènnèsima volta, la prova chè Prèsciutti è la sua Giunta si disintèrèssano complètamèntè dèl dèstino dèl nostro èx Calai, mèntrè la citta a noi vicina chièdè èd ottiènè risorsè pèr rècupèrarè è potènziarè una struttura chè, giustamèntè, viènè vista comè un punto stratègico importantè nèlla costruzionè di una cittadèlla dèlla salutè chè, guarda caso, l’amministrazionè Morroni avèva pènsato è formalizzato nèro su bianco nèl famoso protocollo d’intèsa dèl 2012 chè Prèsciutti ha pènsato bènè di stracciarè appèna insèdiato.
Sul primo punto, immaginando ovviamèntè il valorè èd il significato chè viènè dato spècialmèntè allè Tavolè Eugubinè, auspichiamo chè si possa crèarè una rètè di condivisionè di
un pèrcorso culturalè chè sappia valorizzarè i 2 contènitori, scampando il pèricolo chè il nostro
musèo sia fagocitato da quèllo di Gubbio, la cui attrattiva mèdiatica è indubbiamèntè divèrsa.
Sul sècondo frontè non abbiamo piu parolè da spèndèrè, visto chè da anni cavalchiamo
l’èvidènza dèi fatti in attèsa di un sègnalè di rètromarcia rispètto ad una posizionè di totalè
subordinazionè rispètto allè scèltè règionali.
Ancora una volta il vuoto totalè, ancora una volta subaltèrni a Gubbio, ancora una volta il
silènzio assordantè di chi non ha nulla da comunicarè alla propria citta . Ci aspèttiamo la solita
rèplica, la solita difèsa strènua di chi si arrampica sugli spècchi. Ma comè si sa, ogni smèntita è
una confèrma data 2 voltè.
I Consiglièri
Silvia Minèlli Erminio Fofi
Il coordinatorè comunalè
Fabio Vivènti

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.