Rettifica esito udienza del TAR

In relazione al processo incardinato presso il Tribunale Amministrativo Regionale dell’Umbria che vede coinvolti il Comune di Gualdo Tadino, la Regione dell’Umbria e il Commissario Regionale Straordinario si precisa che all’udienza di Camera di Consiglio del 18 dicembre scorso vi è stato un rinvio della trattazione della causa nel merito senza decisioni sulla richiesta di sospensione cautelare formulata dal Comune.

Pertanto, quanto riportato nel comunicato diffuso dal Consiglio Provvisorio per la Ricostituzione della Comunanza Agraria circa il “non accoglimento” della richiesta di sospensiva avanzata dal Comune di Gualdo Tadino non corrisponde a quanto processualmente accaduto.

 Segreteria del Sindaco

Share
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Rettifica esito udienza del TAR

  1. Nadia Monacelli scrive:

    Il Comune, nel ricorso in oggetto a me notificato come controinteressata, ha espressamente richiesto “accoglimento della versata istanza di sospensione cautelare ” (pag. 34 del Ricorso), riassumibile in “sospensiva”. In udienza ieri il merito è stato rinviato al 19 Luglio 2014, ma il TAR non ha preso in esame la richiesta di sospensiva del Comune degli atti regionali che hanno portato alla nomina del Commissario Straordinario. Seppure la dicitura “non accoglimento” può definirsi non processualmente corretta sta di fatto che la sospensiva non c’è, non è stata presa in considerazione e non lo sarà mai più.
    Auspicherei, per il futuro, che la stessa dovizia ed attenzione alla “correttezza” dei Comunicati del Consiglio Provvisorio della Comunanza Agraria Appennino Gualdese fosse riservata al contenuto, e non alla forma, dei propri e magari con la stesso tempismo. Così avremmo potuto evitare che macroscopiche errate ed arbitrarie informazioni fossero diffuse presso ogni singola famiglia gualdese, indirizzando responsabilità al Consiglio/Comitato Provvisorio per questo o l’altro finanziamento perso. Grazie.

I commenti sono chiusi.