Richiesta dati servizio 118 presso l’ex Ospedale di Gubbio

Richiesta dati servizio 118 presso l’ex Ospedale di GubbioCon una missiva inviata lunedì 14 marzo e indirizzata al  Direttore Generale Usl Umbria 1, Dott. Andrea Casciari, al Direttore Sanitario Usl Umbria 1, Dott. Pasquale Parise e alla Direttrice Amministrativa Usl Umbria 1, Dott.sa Doriana Sarnari il Sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti ha chiesto delucidazioni sul “servizio 118 presso l’ex Ospedale di Gubbio”.
Di seguito il testo della lettera.

Prot. N° 6926                                                                       Gualdo Tadino il 14/03/201
Alla Cortese Attenzione

Direttore Generale Usl Umbria 1, Dott. Andrea Casciari
Direttore Sanitario Usl Umbria 1, Dott. Pasquale PariseDirettore Amministrativo Usl Umbria 1, Dott.sa Doriana Sarnari
                                Oggetto: Richiesta dati servizio 118 presso l’ex Ospedale di Gubbio.

Egregi  Direttori,

            con la presente, sono cortesemente a chiedere di avere un resoconto sull’attività del servizio di 118 presso l’ex Ospedale di Gubbio dall’anno in cui è stato attivato fino ad oggi, la casistica degli interventi effettuati, i costi sostenuti per il mantenimento del presidio. Inoltre sono a chiedere i dati aggiornati di accesso al Pronto Soccorso ed i servizi svolti dalle ambulanze medicalizzate all’interno del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Gualdo Tadino-Gubbio.

Tutto questo al fine di valutare opportunità e sostenibilità economica dei servizi del 118, l’efficacia del Presidio del servizio presso l’ex Ospedale di Gubbio e le problematiche che l’utenza ed il personale dell’Ospedale di Gualdo Tadino-Gubbio si trovano quotidianamente ad affrontare.

In attesa di un vostro cordiale riscontro, mi è gradita l’occasione per porgerVi Distinti Saluti.

 Il Sindaco

                                                                      Dott. Massimiliano Presciutti

Ufficio Stampa Comune Gualdo Tadino

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Richiesta dati servizio 118 presso l’ex Ospedale di Gubbio

  1. Redazione scrive:

    Il sindaco Presciutti spiega i perchè della richiesta di dati sul Servizio 118 dell’Ex Ospedale di Gubbio.

    “Nessun attacco contro la città di Gubbio ma semplicemente una richiesta di dati su un servizio (il 118) pagato con i soldi pubblici da tutti i cittadini e non solo dagli eugubini.Una verifica lecita su un servizio di interesse pubblico che ogni buon amministratore può e dovrebbe chiedere e verificare puntualmente ” così il Sindaco di Gualdo Tadino spiega il perché della missiva inviata lunedì 14 marzo e indirizzata al Direttore Generale Usl Umbria 1, Dott. Andrea Casciari, al Direttore Sanitario Usl Umbria 1, Dott. Pasquale Parise e alla Direttrice Amministrativa Usl Umbria 1, Dott.sa Doriana Sarnari sulla richiesta di “monitoraggio” del “servizio 118 presso l’ex Ospedale di Gubbio”.

    “La richiesta di conoscere i dati ed i numeri effettivi del Servizio 118 presso l’Ex Ospedale di Gubbio è stata avanzata per tre motivi principali. Il primo riguarda la volontà di amministrare meglio la cosa pubblica. Ogni amministratore infatti per poter compiere scelte giuste deve poter monitorare i dati di un servizio, per capire l’efficacia e l’efficienza dello stesso. Chi non fa ciò, ho i miei dubbi possa essere considerato un buon amministratore. In secondo luogo i soldi spesi per il servizio del 118 sono a carico di tutti i cittadini e non solo degli eugubini terzo, e con questo chiudo, non esiste nessuna questione di campanilismo in questa vicenda. E’ invece l’esatto contrario. E’ nell’interesse dei cittadini di tutto il comprensorio eugubino-gualdese, quindi sia di Gubbio sia di Gualdo che degli altri comuni conoscere numeri e dati di un servizio. Non per questo è stato anche realizzato un ospedale unico nell’interesse di tutti i cittadini. La comunità gualdese come tutte le altre,non si sente e mai si sentirà cugina povera di nessuno esige rispetto e ricambio vendica con forza il proprio ruolo politico ed istituzionale, condivisione non significherà mai ed in nessun caso sottomissione”.

    Ufficio Stampa Comune Gualdo Tadino

    Gualdo Tadino, 15/03/2016

  2. Giovanni scrive:

    Non è mai troppo tardi per ravvedersi ma sarebbe stato sicuramente meglio e più tempestivo condividere ed agire quando Paola Gramaccia, oltre un anno fa, promosse la raccolta firme per un “Presidio” del 118 a Gualdo Tadino!

  3. renzo scrive:

    Caro Sindaco su questo argomento non siamo proprio d’accordo. Sulla Sanita non si scherza perchè il passaggio dalla vita alla morte è un attimo e qualsiasi intervento volto velocizzare gli interventi è un investimento importantissimo. Io sono di Gualdo ma non resto sempre in questo comune per cui potrei avere bisogno dell’intervento dell’ambulanza di Gubbio quando mi trovo in quella zona per qualsiasi motivo. Se il suo scopo era quello di rivendicare una postazione anche a Gualdo trova tutto il mio appoggio e penso di molti altri cittadini compresi quelli di gubbio perchè, per il motivo che ho sopra esposto, potrebbero ugualmente averne bisogno mettendo da parte il campanilismo. Per quanto riguarda i problemi dell’ospedale e specificatamente del pronto soccorso sono con lei che ci vuole tutt’altra organizzazione e qualcuno che prenda a cuore questo argomento perchè anche io sono incappato con notevole ritardi. Personalmente preferisco pagare una ambulanza e un dottore che si gratta ma che mi assista prima possibile perchè nell’aldila non ne avro, penso , bisogno

  4. Bazzucchi Enzo scrive:

    per non dire che hanno addirittura scomodato l’unesco. perchè vojono stà davanti a noi sull elenco telefonico.

  5. Mario Rossi scrive:

    “del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Gualdo Tadino-Gubbio”
    Bellissimo,
    finalmente il vero nome dell’ospedale GUALDO TADINO-gubbio, Sig. Sindaco Le proporrei di fare una richiesta ufficiale per cambiare il nome su tutti i documenti che vengono usati nel nosocomio, cartelli ed insegne comprese, non dimenticandosi di avvisare il Corriere dell’Umbria che non lesina mai di attribuire, anche avvenimenti di cronaca Gualdese, a Gubbio.
    Sicuramente avranno da ridire perché nell’ordine alfabetico Eugubino la lettera “b” viene prima della “a”, come risulta dagli studi fatti al Burano al tempo dei dinosauri, é inoltre riportato nelle tavole Eugubine, ed infine c’é traccia negli scritti lasciati dai cavalieri Templari di Gubbio ovviamente.
    Dubito fortemente che Le rispondano, eventualmente poi la riceva cosa succederà?

I commenti sono chiusi.