Ripulita la discarica abusiva di Palombara

Ripulita la discarica abusiva di PalombaraE’ tornata finalmente pulita e fruibile l’area di Palombara a Gualdo Tadino, utilizzata impropriamente da diversi anni da cittadini incivili per scarichi abusivi di varie tipologie di rifiuti.
L’impegno dell’Amministrazione Comunale, che ha affidato alla ditta Frondizi Walter i lavori di ripulitura, trasporto e smaltimento rifiuti ha consentito di riportare la zona in condizioni accettabili.
Operazioni durate circa due mesi (dal 27.06.2016 al 05.09.2016) che nella giornata di venerdì 9 settembre sono state presentate ufficialmente con una conferenza stampa indetta nel sito di Palombara dal Sindaco Massimiliano Presciutti e dall’Assessore all’Ambiente Michela Mischianti.

“Quest’oggi restituiamo a Gualdo Tadino – ha sottolineato il Sindaco Presciutti – un’area pulita che fino a poco tempo fa era una discarica abusiva. I cittadini ci avevano segnalato la situazione critica del sito di Palombara sollecitando un intervento e noi, accogliendo la loro richiesta siamo riusciti, grazie al lavoro di Forestale, Arpa, Uffici Comunali in tempi brevi a ripulire l’intera zona. Ora il sito di Palombara è finalmente pulito e l’obiettivo e far si che così rimanga anche in futuro. Quest’area sarà nei prossimi giorni perimetrata per far si che nessuno possa entrare liberamente. Richiamiamo ovviamente i cittadini ad utilizzare il loro senso civico in tema di rifiuti. Esistono dei servizi gratuiti a loro disposizioni come l’isola ecologica, il ritiro degli ingombranti a domicilio, ecc. che possono e devono essere usati da tutti. Il comportamento scorretto di questi cittadini incivili, solo per la ripulitura dell’area di Palombara, è costato a tutta la comunità gualdese circa 30.000 €. Soldi che avremmo certamente preferito destinare ad altri interventi”.

Per capire l’importanza del lavoro svolto e della quantità immane di rifiuti che erano presenti nell’area suddetta, questi alcuni dati:

Superficie interessata: circa 4 ettari

Rifiuti rimossi:

  • circa 780 quintali di rifiuti misti (costituiti da carcasse di elettrodomestici, carcasse di mobili, ingombranti vari, materassi, plastica, residui di lavorazione di carrozzeria, plastica, vetro, ecc.;
  • circa 450 quintali di macerie da demolizione.
  • circa 120 quintali di legno e scarti vegetali
  • circa 20 quintali di pneumatici;

 

  • circa 20 quintali di ferro;
  • circa 400 quintali di terra mista a rifiuti di vario genere;
  • frammenti di eternit;
  • Batterie automobili;

 

Ufficio Stampa Comune Gualdo Tadino

Share
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Ripulita la discarica abusiva di Palombara

  1. massimiliano barberini scrive:

    …Fortuna che abbiamo Pieraccioni al governo.

  2. massimiliano barberini scrive:

    Sottolineando che tanti se ne fregano della differenziata porta a porta,analizzando i materiali smaltiti dalla discarica suddetta si notano probabili residui di lavorazioni in nero e con una bella telecamera prenderesti due piccioni con una fava,come se vedi che in una abitazione non mettono mai i rifiuti differenziati davanti alla casa sarà molto probabile che”classici parassiti italiani” se ne fregano…Ma purtroppo siamo in Italia e adesso l’attenzione è incentrata tutta su Roma…quelli bisogna sputtanarli:da che pulpito!!!!

  3. Mario Rossi scrive:

    “Richiamiamo ovviamente i cittadini ad utilizzare il loro senso civico in tema di rifiuti”
    aggiungerei anche di segnalare, anche con il numero di targa questi “zozzoni” che stanno infestando tutto, nemmeno spendessero del denaro come per i rifiuti ingombranti che te li vengono a prendere a casa.
    I dati diffusi per estensione dell’area e la quantità sono da terzo se non quarto mondo, a malincuore, vedere nella nostra comunità gesti così incivili è raccapricciante ed indegno per le persone civili che si adoperano nel tenere pulito ed in ordine.

I commenti sono chiusi.