ROLANDO PINACOLI: gli amici festeggiano il compleanno

Avrebbe compiuto 65 anni il 29 agosto prossimo e gli amici di sempre hanno voluto organizzare una “festa di compleanno” un po’ particolare. Rolando Pinacoli, indimenticato sindaco di Gualdo TadinoAvrebbe compiuto 65 anni il 29 agosto prossimo e gli amici di sempre hanno voluto organizzare una “festa di compleanno” un po’ particolare. Rolando Pinacoli, indimenticato sindaco di Gualdo Tadino, era nato il 29 agosto del 1946 e lunedì prossimo – 29 agosto – è stata organizzata un’iniziativa “Buon compleanno Rolando” a partire dalle 21.30 in piazza Soprammuro. Sono gli amici, insieme ai familiari, a promuovere l’iniziativa – con il Patrocinio del Comune – che vedrà coinvolti alcuni gruppi musicali gualdesi, tra cui gli Antichi Sapori Umbri e il maestro Sesto Temperelli per una serata dedicata appunto al ricordo di Rolando Pinacoli scomparso prematuramente il 30 novembre del 2004.
Rolando Pinacoli fu sindaco di Gualdo Tadino fino al giugno del 2004, protagonista della vita cittadina per molti lustri, da fine anni settanta agli ultimi giorni di vita. Rolando Pinacoli era nato a Gualdo Tadino il 29 agosto ‘46 dove è vissuto per tutta la vita. Laureato in scienze politiche all’Università di Perugia, sposato con Giulia Guerra era padre di Emiliano e Manuela. Nella vita è stato dirigente della Regione Umbria, dove si occupato prevalentemente di emigrazione e si è distinto per la creazione dell’associazione degli emigrati umbri all’estero, dando un forte impulso al mantenimento dei rapporti dei cittadini umbri sparsi nel mondo con la loro terra di origine. Da sempre iscritto nel Pci, passò al Pds prima e ai Ds poi, con coerenza di militante e dirigente sempre pronto all’impegno. Come amministratore di Gualdo Tadino è stato promotore di due gemellaggi della propria città con Audun le Tiche (Francia) e recentemente West Pittston – Pennsylvania (USA), ma soprattutto il promotore e il realizzatore del Museo dell’Emigrazione, che volle intitolare al primo presidente della Regione, Pietro Conti. Sindaco del Comune di Gualdo Tadino dal 90 al 94, dal 95 al 99, rieletto nel 99 con il 72% il suo mandato si è concluso nel 2004. Amministratore del Comune di Gualdo Tadino dal 1980, ha ricoperto anche la carica di vice sindaco, iniziando la sua attività amministrativa come assessore alle scuole. Ma soprattutto è stato il sindaco dell’emergenza sismica e della ricostruzione dove, forse diede il meglio di se. Fu protagonista anche di un’altra grande iniziativa come quella dell’ospedale unico tra Gualdo e Gubbio, che lo vide in prima fila nella sua ideazione. Uno dei suoi ultimi momenti pubblici fu proprio il 7 ottobre del 2004 quando fu posta la prima pietra del nosocomio comprensoriale.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Accade a Gualdo. Contrassegna il permalink.