“SCUOLA 2.0”, completata la consegna di tutti i materiali informatici

“SCUOLA 2.0”, completata la consegna di tutti i materiali informaticiIl 6 di giugno è stata completata la consegna all’Istituto Comprensivo di Gualdo Tadino di tutti i materiali informatici previsti per la prima annualità del progetto triennale “SCUOLA 2.0”, elaborato grazie alla sinergia tra il nostro Istituto, la Cooperativa ASAD, il Comune di Gualdo Tadino, presentatore del progetto, e finanziato dalla fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Sarà grazie a questa iniziativa se le scuole primarie del nostro Istituto potranno vantare una strumentazione tecnologica all’avanguardia e in linea con i più recenti indirizzi metodologici e didattici che le nuove forme di insegnamento richiedono: Coding (programmazione/pensiero computazionale), Clil (“insegnamento di una materia disciplinare in lingua inglese”), Stem (“scienze, tecnologia, ingegneria, matematica”), Digital Storytelling (“narrazione mediante la tecnologia digitale”).

I “cittadini digitali” hanno il diritto e il bisogno di essere messi nella condizione di leggere tutte le possibili forme di informazioni e di accesso alla conoscenza, ma soprattutto dovranno avere la capacità di adattarsi rapidamente alle continue variazioni che una società sempre più digitalizzata genererà.

Da qui la necessità che la scuola di oggi debba rimodulare il proprio modo di educare e di approcciarsi con il bambino: non più lezioni frontali dove l’insegnante spiega concetti e contenuti, ma una didattica dove l’insegnante dà degli obiettivi e i bambini “imparano facendo”; l’insegnante avrà il compito fondamentale di stimolare l’interesse dei bambini attraverso la tecnologia audio-video, ma saranno poi gli alunni stessi ad approfondire le argomentazioni in modo personale attraverso l’uso dei tablet o pc portatili, che li porterà ad “imparare facendo” così da permettere loro di realizzare con creatività le loro idee in un contesto comunicativo dove sono attori critici.

Grazie a queste importantissime dotazioni tecnologiche, nell’arco di un triennio sarà più facile trasformare ogni classe in un vero laboratorio, dove i bambini impareranno a manipolare, leggere e interpretare la realtà acquisendo le competenze metacognitive e strumentali necessarie.

Inizia quindi un percorso profondamente innovativo, che non sarebbe stato possibile avviare senza la grande collaborazione del sindaco e dell’assessore alle politiche scolastiche di Gualdo Tadino e senza l’imprescindibile supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Cultura e Spettacolo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.