Segnali positivi dalle iniziative a sostegno della differenziata e dell’ambiente

Segnali positivi dalle iniziative a sostegno della differenziata e dell’ambienteLa Raccolta differenziata a Gualdo Tadino, gestita da Esa Spa, presenta segnali incoraggianti in controtendenza rispetto a quanto avviene nel resto dell’Umbria. L’ampliamento del servizio Porta a Porta in diverse zone del territorio sta dando, infatti, i suoi frutti.
Dallo scorso 1 luglio più di 1000 nuovi nuclei familiari, con un’estensione che va dall’asse Gaifana-Crocicchio e lungo la direttrice in direzione Valfabbrica, sono serviti dal servizio Porta a Porta, che in termini assoluti significa coprire il fabbisogno della popolazione di circa il 15% in più rispetto a quello già servito in precedenza. Allo stato attuale, dunque, l’80% dei gualdesi usufruiscono del Porta a Porta.

Anche l’Isola Ecologica inaugurata da pochi mesi ed aperta settimanalmente 6 giorni su 7 sta portando risultati concreti e positivi, contando una media giornaliera di circa 50 utenti. Boom di richieste anche per i kit gratuiti relativi al compostaggio domestico (procedura utilizzata per gestire in proprio il trattamento della frazione organica dei rifiuti urbani prodotti in ambito domestico, nonché i residui della manutenzione di giardini e piccoli orti. Si tratta di un processo assolutamente naturale che consente di trasformare la sostanza organica presente nei nostri rifiuti della cucina  e dell’orto o giardino in compost, ovvero in un prodotto utile per fertilizzare la terra). Chi utilizzerà il compostaggio domestico avrà diritto ad una riduzione dalla TARI del 5% a partire dal prossimo anno.

Si ricorda, inoltre, ai cittadini del Comune di Gualdo Tadino che è attivo da tempo anche il servizio gratuito di raccolta dei rifiuti ingombranti. Coloro che intendono disfarsi dei materiali ingombranti possono prenotare tale servizio o tramite il numero telefonico 0759142561 o attraverso il form nel sito www.esa.tadino.it.

Gualdo Tadino rispetto alla Raccolta Differenziata si conferma, così, uno dei pochi comuni in Umbria ad aver svolto un’operazione così importante dal punto di vista della raccolta.

“Siamo soddisfatti della risposta avuta fino a questo momento dai cittadini gualdesi – ha sottolineato l’Ass. all’Ambiente Michela Mischianti – sia per quanto riguarda l’estensione del Porta a Porta, sia per l’aumento dell’utilizzo dei kit del compostaggio. Abbiamo lavorato duramente per ampliare i servizi destinati ai gualdesi senza gravare ulteriormente nelle loro tasche. Un primo importante risultato ottenuto, che ci colloca all’avanguardia della raccolta differenziata a livello Regionale e che può essere comunque sempre migliorato. Tutto questo funziona ovviamente se c’è la massima collaborazione da parte dei cittadini. Da questo punto di vista l’Amministrazione Comunale ha la ferma volontà di premiare i più virtuosi, e sanzionare, a seguito di controlli che sono attualmente in atto, i comportamenti irregolari”.

Per informazioni è possibile contattare l’Ufficio Ambiente del Comune di Gualdo Tadino allo o75-9150275 o Esa allo 0759142561.

Ufficio Stampa Comune Gualdo Tadino                                           

Share
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

1 risposta a Segnali positivi dalle iniziative a sostegno della differenziata e dell’ambiente

  1. massimiliano barberini scrive:

    Bene il porta a porta anche se non da tutti rispettata (come sempre i furbi di turno che andrebbero puniti) ma abbiamo notato in diversi una cosa: sono d’accordo con l’accoglienza,la parità di diritti, ma dovrebbe esistere anche una parità di doveri e mi riferisco ad es. ai palazzi della ex Monina dove lì soltanto ancora esistono i cassonetti,quasi che quelle persone non siano capaci di realizzare un porta a porta coma fa il resto del vicinato ed inoltre spesso si formano grandi accumuli di materiali ingombranti. Ripeto: sì all’accoglienza,ma che alcune regole di civiltà siano recepite da tutti,altrimenti si può sottintendere,anche da parte di chi amministra,una loro presunta incapacità nel farlo. L’inserimento in un contesto sociale si vede anche da questo,dall’adeguarsi alle regole comuni.

I commenti sono chiusi.