SOSPESA L’ESECUZIONE DELL’ORDINANZA SUI POZZI. Il SEQUESTRO NON E’ REVOCATO. SI ATTENDE ORA LA SENTENZA

SOSPESA L’ESECUZIONE DELL’ORDINANZA SUI POZZI. Il SEQUESTRO NON E’ REVOCATO. SI ATTENDE ORA LA SENTENZAComunanza Agraria: Tutto nel rispetto della Legge.
La Comunanza Agraria Appennino Gualdese, con riferimento all’articolo pubblicato in data 23 luglio 2018 sul Corriere dell’Umbria a firma del giornalista Bonface Chris, per dovere di affermazione della verità e d’informazione nei confronti dei gualdesi proprietari dei terreni oggetto di concessione, specifica che non vi è stato il dissequestro dei pozzi di emungimento Rocchetta.
Il provvedimento della Corte di Appello di Roma non ha revocato il sequestro, ma sospeso l’esecusione dell’ordinanaza di sequestro in attesa della decisione definitiva da parte del giudice.
In tal senso si chiede ai mezzi d’informazione di non strumentalizzare un provvedimento che non cambia il percorso di giustizia in atto.
Con l’occasione la Comunanza Agraria Appennino Gualdese ricorda che solo negli ultimi mesi, grazie alle numerose iniziative sono stati attivati importanti finanziamenti, per oltre 200.000 euro, che hanno permesso e di creare tre nuovi posti di lavoro e di cominciare a restituire la Montagna ai gualdesi, iniziando dalla ripulitura completa della Valsorda.
Tutto questo è il frutto di un programma di gestione efficacie che sta cambiando la storia della montagna e della città.
La Comunanza prosegue senza soste nel suo compito istituzionale, cioè garantire la tutela del patrimonio anche per le generazioni future ed assicurare il massimo sviluppo del territorio con il maggior beneficio a vantaggio dei cittadini gualdesi.

Il Consiglio di Amministrazione

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a SOSPESA L’ESECUZIONE DELL’ORDINANZA SUI POZZI. Il SEQUESTRO NON E’ REVOCATO. SI ATTENDE ORA LA SENTENZA

  1. massimiliano barberini scrive:

    …e come sempre gualdesi contro gualdesi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *