Statuto Ente Giochi e Regolamenti Tecnico ed Artistico

Statuto Ente Giochi e Regolamenti Tecnico ed ArtisticoL’Ente Giochi de le Porte ha una nuova veste. Uno Statuto moderno, efficace e soprattutto cucito a misura per quelle che sono le esigenze e gli obblighi attuali dell’Associazione che ha il compito di organizzare la manifestazione più importante cittadina e tutti gli eventi collaterali ad essa collegati . Grande soddisfazione per il Presidente Prof. Antonio Pieretti e per il Gonfaloniere Roberto Cambiotti che intendono ringraziare ed elogiare i Priori, tutti i comitati di Porta, le Commissioni e l’Ufficio di Presidenza per il grande e certosino lavoro compiuto in questi mesi di studio. “Il nuovo Statuto porta con se grandi novità e sostanziali modifiche rispetto al vecchio Ordinamento Statutario. Una su tutte e di principio: l’Ente Giochi de le Porte sarà decisamente un Organismo più autonomo, sciolto ed indipendente rispetto alla Porte di appartenenza. Ciò è garantito da una netta suddivisione di competenze ben marcata all’interno dello Statuto e dalla creazione di nuovi organismi che ne faranno parte integrante” chiosano dai vertici dell’Associazione. Saranno previsti più poteri e responsabilità in capo alle figure del Presidente e del Gonfaloniere. Proprio il Presidente nell’esercizio delle sue funzioni potrà avvalersi di una nuova figura prevista dal futuro Statuto: un Vicepresidente che dipenderà direttamente dallo stesso. Così come il Gonfaloniere potrà avvalersi di un nuovo organismo, il consiglio dei Priori per velocizzare e snellire decisioni relative ai Giochi de le Porte ed al Palio di Primavera rese prima alquanto difficoltose. Altra grande novità l’allargamento della base sociale dell’Ente che prevede nei proprio organismi esecutivi (Consiglio Direttivo e Consiglio dei Nove) la presenza di un membro permanente rappresentante dell’Amministrazione Comunale. Questa novità è stata salutata con estremo piacere dal nuovo Sindaco Massimiliano Presciutti e dalla Giunta i quali hanno già avuto modo di incontrare nei giorni scorsi i vertici dell’Ente Giochi. “Una nuova importante commissione con precipui compiti affiancherà le già esistenti Commissioni Taverne, Tecnica ed Artistica, trattasi della Commissione per la valorizzazione e Tutela del Palio ove, i cui membri indicati dai Priori e nominati dal Presidente, saranno scelti tra personaggi che abbiano ricoperto cariche importanti all’interno del mondo dei Giochi de le Porte (Ex gonfalonieri, Ex Presidenti, Ex Priori, Ex Maggiorenti, Ex Responsabili ecc)” spiegano Pieretti e Cambiotti. Istituzionalizzato anche il ruolo del Consiglio dei sessantaquattro per la scelta ed eventuale sfiducia al Gonfaloniere così come un deciso allargamento del Consiglio direttivo che dagli attuali diciannove membri passa a ventitré (con l’aggiunta del rappresentante dell’Amministrazione Comunale, del Vicepresidente, dei rappresentanti delle Commissioni Marketing e Tutela e Valorizzazione del Palio). Una netta distinzione di funzioni e compiti anche per le attuali Commissioni (Taverne, Tecnica ed Artistica), nonché dei ruoli di Segretario e Tesoriere e dell’Ufficio di Presidenza. Allargamento anche dell’attuale Consiglio dei sette che passa a nove membri con l’aggiunta di Vicepresidente e Rappresentante dell’Amministrazione Comunale. Altra novità l’inserimento del Consiglio dei Saggi nello Statuto e modifiche nella sua composizione. Oltre alla presenza del Maresciallo dei Carabinieri, non più quattro membri nominati dalle Porte, ma investitura del Presidente dell’Ente Giochi e di un suo designato. “Quindi ben visibile già dalla ripartizione delle competenze all’interno dello Statuto il confine tra il ruolo delle Quattro Porte sempre più limitato a ciò che riguarda gli aspetti tecnici ed artistici del Palio ed il ruolo dell’Ufficio di Presidenza mirato invece a trascendere il mero aspetto ludico e sportivo. Comunicazione, marketing, pianificazione sicurezza, tutela del marchio, saranno solo alcuni degli aspetti di esclusiva pertinenza dell’Ufficio di Presidenza che avrà comunque la maggioranza in seno di voto rispetto alle singole Porte” sottolineano il Presidente dell’Ente Giochi ed il Gonfaloniere. Nella stessa sede sono stati approvati anche i Regolamenti tecnico ed artistico dei Cortei Storici per quel che riguarda il Palio di San Michele Arcangelo, Regolamenti che entreranno da subito in vigore mentre per lo Statuto è stata decisa ed inserita nelle norme transitorie la data del 31 ottobre 2014 come data della effettiva entrata in vigore.

Share
Questa voce è stata pubblicata in Giochi de le Porte e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.