Stefania Troiani: un gesto sicuramente irrituale

Stefania Troiani: un gesto sicuramente irritualeUn gesto sicuramente irrituale, almeno per la nostra politica. Presentarsi di fronte ai propri sostenitori ed elettori ad un anno esatto dalla propria elezione per rendere conto di ciò che si è fatto disposti anche ad andarsene nel caso in cui venisse giudicato insufficiente non è pratica nel dna dei politici italiani. Il Movimento 5 Stelle prevede il “recall”, “una procedura con la quale gli elettori possono rimuovere un politico o un altro funzionario eletto in un pubblico ufficio attraverso una votazione diretta, prima che il suo mandato sia terminato”. In questo caso la procedura scatta quando si ritiene che il politico sia lì soltanto a scaldare la sedia. Stefania Troiani, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle di Gualdo Tadino, è andata oltre ponendosi di sua iniziativa in discussione senza che nessuno glie lo avesse chiesto.

Ha convocato un incontro presso la sala consiliare nella mattinata di sabato 27 giugno invitando la stampa, la cittadinanza ed i suoi sostenitori ed ha esposto succintamente tutte le iniziative che ha preso in accordo con il gruppo dirigente del Movimento (con i quali si riunisce tutti i giovedì): 3 mozioni e proposte approvate (strategia rifiuti zero, 8 per mille all’edilizia scolastica, divieto dell’uso dei diserbanti lungo le strade, diretta streeming dei consigli comunali, acqua pubblica sui banchi del consiglio comunale, abolizione di Equitalia proposta da sottoporre all’Anci, lotta alle ludopatie con conseguente regolamento per le sale giochi emesso dal sindaco Presciutti); alcune mozioni non approvate (orti sociali, principio di precauzione per attività insalubri come inceneritori, ecc)divieto di movimento O.G.M. sul territorio) e poi interrogazioni (progetto Rocchetta, cave…) ed un esposto alla Corte dei Conti per verificare la gestione dei terreni soggetti ad uso civico.

“Perché ho deciso di sottopormi a questa verifica? Non è un eccesso di zelo. Ma la fedeltà a dei principi dettati dall’art. 54 della Costituzione: chi assume un incarico pubblico deve adempierlo con disciplina ed onore” ha spiegato Stefania Troiani al termine della sua relazione.

Pieno sostegno al consigliere comunale 5 Stelle è venuto dalle parole del parlamentare Filippo Gallinella e dei consiglieri regionali Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari.

“Quella di Stefania Troiani è una iniziativa estremamente rara- Ha commentato Andrea Liberati- Ammiro il suo coraggio”. Liberati ha poi affrontato il tema Rocchetta: “Prenderemo il toro per le corna- ha detto- per mettere il bastone fra le ruote ad un sistema malato per dare risorse al territorio”.   E promette il suo impegno affinché vengano destinate almeno una parte delle risorse derivanti dalle concessioni di acque minerali ai territori in cui insistono le sorgenti.

Riccardo Serroni

 

Share
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.