Terza giornata del presepe vivente “Venite Adoremus”

Terza giornata del presepe vivente “Venite Adoremus” Torna per la terza giornata il presepe vivente “Venite Adoremus” realizzato dall’associazione Capezza negli orti dell’Istituto Bambin Gesù, in collaborazione con le suore dell’Istituto stesso e con il patrocinio del Comune di Gualdo Tadino. Dopo il successo di partecipazione e di giudizi positivi per questa quarta edizione, che ha sicuramente premiato lo sforzo compiuto in questi giorni di preparazione dai membri dell’associazione, è pronto il terzo appuntamento domenica 30 dicembre a partire dalle 17.30. Il tutto in attesa del clou del giorno dell’Epifania, il 6 gennaio, con l’arrivo dei Re Magi.
Oltre tremila persone hanno varcato le soglie del cancello dell’istituto Bambin Gesù per poter ammirare “Venite Adoremus”, ispirato “L’Adorazione dei pastori” del Pinturicchio (1500-15001) che si trova presso la cappella Baglioni di Spello. Suggestivo lo spazio illuminato dalle luci di fiaccole e fuochi, che ha proiettato i visitatori in uno spaccato di XV secolo con la natività contornata da personaggi nei tradizionali costumi quattrocenteschi.
L’emozione viva che si prova soltanto a teatro, una ricostruzione scrupolosa e ricca di dettagli come sul set di un film, un’illuminazione evocativa di stampo cinematografico, il ricordo di una piccola ma preziosa pagina di storia dell’arte, la memoria affettuosa di antichi mestieri. E soprattutto un profondo atto di devozione, con una scena della Natività da più parti definita delicata e commovente. Solo così si possono spiegare le quasi tremila persone che hanno visitato il Presepio vivente “Venite Adoremus” nei soli giorni di Natale e Santo Stefano, con presenze registrate da tutta Italia: un risultato oltre le aspettative, senza pari, supportato da recensioni altrettanto calorose e toccanti.

Il presepe sarà aperto il 30 dicembre e il 6 gennaio dalle 17 alle 19,30 e il 5 gennaio dalle 21 alle 23.

Il Presidente
Michele Storelli

Share
Questa voce è stata pubblicata in Cultura e Spettacolo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.