Tramonto Gualdese, poesia di Leonello Donnini “Fichetto”

Con questa poesia di Leonello Donnini, noto come “Fichetto”, siamo arrivati al terzo appuntamento della rubrica «Te canto de Gualdo», con la quale vogliamo ricordare i non pochi concittadini che si sono cimentati – con poesie, canzoni e racconti – a narrare e cantare Gualdo, i suoi personaggi e i suoi “tesori”.
Con Leonello, insigne ceramista, attore e poeta, vissuto tra il 1907 e il 1986 in gran parte lontano da Gualdo, ma con il cuore e la mente ben ancorati alla città natia, pubblichiamo una poesia leggera ma coinvolgente, da “core de babbo”!
La scheda sull’autore contiene notizie biografiche tratte dalla pubblicazione “Gualdo Tadino e i suoi figli naturali ed acquisiti” (2005) dell’amico Daniele Amoni.

Angelo Barberini

Share
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.