Un incrocio pericoloso

Un incrocio pericolosoE’ un incrocio pericolosissimo. Se non altro lo dimostra il fatto che vi sono morti due gualdesi: il dr Venarucci e la figlia di Paolo Alimenti. L’incrocio è quello tra la via Eugubina e la via case Fabrizi, sulla strada che conduce a Gubbio all’altezza di Torre dei Belli.
Chi vive e lavora nei pressi testimonia che quasi ogni settimana su quel punto c’è un incidente stradale. E ci sarebbe anche una spiegazione tecnica. Chi fa lo stop sulla via case Fabrizi avrebbe la visuale alla sua destra, sulla via Eugubina, in parte oscurato dal montante del parabrezza della macchina. Per cui capita di frequente che non venga data la precedenza a destra e c’è l’impatto. Non so se questa sia una spiegazione plausibile (evidentemente c’è anche un problema di imprudenza) ma la statistica che registra scontri frequenti dimostra che quello è un punto critico della viabilità nelle immediate vicinanze del centro ed in qualche modo bisognerebbe intervenire. La soluzione più logica sarebbe una rotatoria (non so se c’è lo spazio sufficiente), ma anche un semaforo lampeggiante o una svolta a destra obbligatoria sia per chi proviene da case Fabrizi che chi proviene dalla Torre dei Belli (dalla parte opposta) potrebbe limitare il rischio.
Giriamo il problema al sindaco Presciutti che è anche consigliere della Provincia (la strada è provinciale) e speriamo che venga preso in considerazione e si intervenga in qualche modo.

Riccardo Serroni

Share
Questa voce è stata pubblicata in Accade a Gualdo e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Un incrocio pericoloso

  1. renzo gatti scrive:

    Riccardo ci sono nella nostra zona situazioni pericolosissime da poterci scrivere una enciclopedia ma non interessa a nessuno. Teoricamente interessa tutti perchè tutti rischiamo su queste strade ma in pratica non fa niente nessuno. Io ho interessato tutti e il sindaco ha un faldone sopra la scrivania da quando è stato eletto pertanto non so che fine ha fatto. Dal 2006 sono stati interessati tutti i Sindaci questo per non far differenzaa fra destra e sinistra. Sono stati interessati tutti dal Presidente del consiglio al Ministero al Prefetto al Questore all’ANAS alla Provincia a tutti i parlamentari e consiglieri regionali della zona ma, se tutto va bene non rispondono e addirittura, se rispondono, dichiarano il falso. Per ultimo è stato interessato anche il Presidente della Repubblica che ha girato il tutto al Ministero e come al solito non ci saranno risposte. Tornando all’incrocio che segnala il senso più pericoloso è venendo da case belli perchè a sinistra il recinto del vivaio ostacola la vista e qui non si capisce come sono state date le autorizzazioni ed anche una minima preoccupazione del privato visto che ci esce anche lui. Le rotatorie di Gualdo Tadino nord sono tutte fuori norma. Un caso emblematico è il segnale di dare precedenza davanti Umbria acque venendo da Fossato percorrendo lo scivolo diretto per San Pellegrino. Nel marzo 2015 era caduto in mezzo la strada con il venmto e messo a 17 cm di profondità. é stato in questa posizione per 9 mesi finche non ho fatto esposto ai carabinieri è stato rimesso verticale per dispetto infatti alla prima sventata si gira dalla parte opposta e ogni volta che tagliavano l’erba lo rimettevano nella direzione giusta salvo poi rigirarsi alla prima sventata. La primavera scorsa la Provincia ha tagliato l’erba dal segnale verso San Pellegrino, l’ANAS ha tagliato l’erba dal segnale verso le rotatorie ma il segnale è rimasto li . Ho fatto esposto il 16 agosto ai carabinieri ma tutto tace. l’Ho risollecitato ieri chi vivrà vedrà. Questo è menefreghismo. Le rotatorie non illuminate sono uno spettacolo però ci hanno messo 1500 metri di guard rail che non ci deve essere con una spesa di 128 mila euro. Ho ritrovato un suo articolo del 2006 in cui parlava dei problemi del tratto Gualdo Tadino nord osteria del Gatto con motivazioni da far accapponare la pelle per come vengono gestiti i nostri soldi. Ho chiesto chi ha progettato e approvato la nuova SS 76 Fossato Fabriano perchè ci sono punti pericolosi da assassini.
    Questa superficialità, secondo me, ha concorso all’ultimo incidente con tre morti.

  2. renzo gatti scrive:

    Roberto ci sono talmente tanti punti pericolosi e fuori norma da farci una enciclopedia il Sindaco ce l’ha sul tavolo da quando è stato eletto ma ce l’aveva anche il precedente governo cittadino di destra l’ANAS la Provincia i carabinieri il Prefetto e Questore ed in ultimo, da pochi giorni, il Ministero e Presidente della Repubblica pertanto pensa quanto menefreghismo regna su questo argomento. In quel punto la direzione più pericolosa è quella venendo dalle case belli e a sinistra hai la visuale impedita dal recinto del vivaio. Era necessaria una maggiore attenzione in chi l’ha autorizzato ma anche il privato poteva fare di meglio per evitare questo pericolo anche perchè ci esce anche lui pertanto rischia anche lui. Le vicine rotatorie di Gualdo tadino nord sono tutte fuori norma ma non frega niente a nessuno nonostante siano state segnalato. Manca illuminazione però c’è stato messo guard rail per 128 mila euro che non deve starci perchè non è previsto per legge come in tanti altri punti della zona per centinaia di KM.
    Se ci passi guarda que segnale di precedenza di fronte umbria acque venendo da fossato prendendo lo scivolo diretto San Pellegrino. E’ caduto marzo 2015 per il vento ed è stato a terra per 9 mesi finche non ho fatto esposto ai carabinieri. E’ stato rimesso quasi verticale per dispetto e alla prima sventata si gira fino alla parte opposta ed ogni taglio delle’erba veniva rimesso nella direzione giusta salvo poi rigirarsi alla prima sventata. La primavera scorsa la provincia ha tagliato l’erba da quel segnale verso San Pellegrino, l’ANAS dal segnale alle rotatorie e nessuno lo ha visto e rimesso nella giusta direzione. Il 16 agosto ho fatto esposto ai Carabinieri e ieri sono tornato a sollecitarlo e mi viene qualche dubbio: se per girare sto segnale ci vogliono anni come è possibile costruire ponte Morandi in 8 mesi? Questo esempio è stato segnalato al Presidente della Repubblica perchè è il massimo del menefreghismo. Dimenticavo che io porto gli occhiali pertanto mi manca qualche diottria ma vedo che c’è chi stà peggio.
    Ho anche tanti dubbi che qualcuno non conosca nemmeno il codice della strada ma anche chi dovrebbe conoscerlo a menadito compresi i collaudatori.

I commenti sono chiusi.