UN PIATTO DI DARIA RUBBOLI

Riguardando alcune immagini nel mio archivio (oltre 20.000), ho fatto una scoperta molto interessante relativa ad un piatto firmato Daria Vecchi Rubboli (Fabriano 1852 – Gualdo Tadino 1929) situato presso il Museo di Torre di Porta Romana a Gubbio che ospita un’importante raccolta di maioliche umbre.

Il piatto in oggetto ritrae il senatore Fabrizio Colonna (Roma 28 marzo 1848 – 8 agosto 1923), figlio di Giovanni Andrea Colonna e di Isabella Alvarez di Toledo, principe di Avella e di Sonnino, nominato senatore il 28 gennaio 1889, consigliere provinciale di Roma e presidente del Consiglio di Amministrazione della Cassa di Risparmio di Roma. Sposò Olimpia Doria Pamphili dalla quale ebbe 4 figli: Marcantonio, Ascanio, Marozia e Margherita. Potrebbe essere stato realizzato sul finire dell’Ottocento e commissionato proprio dal senatore alla manifattura gualdese.
Seguendo la lettura di un saggio dello storico Maurizio Tittarelli Rubboli non ho potuto fare a meno di notare una singolare coincidenza. Vincenzo Rubboli, fratello di Paolo, si era trasferito a Roma ed aveva fatto fortuna come costruttore edile. Nel 1886 si era costruito una bella casa su progetto dell’architetto Pietro Carnevale addossata ad un’alta torre duecentesca di proprietà della famiglia Colonna.
Potrebbe essere questo l’anello di congiunzione tra il piatto e la cognata di Vincenzo Rubboli, Daria Vecchi, definita “maestra del terzo fuoco”.

Daniele Amoni

Share
Questa voce è stata pubblicata in Ceramica. Contrassegna il permalink.