UN POPOLO DI DISPERATI ?

Riccardo Serroni – Sorpresa. Stando ai dati pubblicati su un giornale regionale noi Gualdesi saremmo un popolo di ubriaconi (1000 persone abusano di alcool), drogati (1500 abusano di spinelli o quant’altro), stressati dal lavoro (2500 Gualdesi non ne potrebbero più), con bambini sull’orlo di una crisi di nervi (250 tra Gualdo e Nocera sulla soglia dello studio di uno psicologo), lesbiche (350 !!!).
Mancano all’appello i pedofili, i ladri e non so che altro, ma state certi che arriverà il momento anche per loro (o anche per noi, perché in questo bailamme di cifre nessuno di noi può sfuggire. Prima o poi finirà in uno degli elenchi maledetti). Ma ciò che è già stato pubblicato basta e avanza per gettarci al macero o programmare un bel suicidio collettivo. Tanto, aborti del genere umano come siamo dipinti, che ci stiamo a fare in questo mondo? Mi dicono che possiamo consolarci con il fatto che anche le locandine sulle altre città o cittadine umbre recitano gli stessi spartiti, con numeri direttamente proporzionali a quello dei loro abitanti. Peggio che peggio. La piaga si allarga. E’ tutta l’Umbria ad essere sprofondata in un mare di . . . . . .

Se poi ci azzardassimo ad indagare nelle altre regioni limitrofe vuoi che troviamo tutti santarelli? Via, non è credibile! Anche lì ci sarà del marcio, e di che tinta. Se non altro perché sono nostri confinanti. Non lo dice anche l’esperienza che una mela marcia rovina tutto un canestro buono? Insomma, per concludere, stai a vedere che aveva ragione Bossi. Bisogna ripartire dalla razza padana. Tutto il resto (in giù) è feccia. Come, non siete d’accordo? Ma se ce lo diciamo (anzi, ce lo scriviamo) da noi!

P.S. Saremmo curiosi di conoscere da dove sono state prese quelle cifre statistiche e chi sono stati i rilevatori. Più che altro ci incuriosisce sapere come sono state scovate le 350 lesbiche. Hanno un club? Si vedono da qualche parte? Si rintracciano via Internet? Quando camminano per strada ancheggiano (o lingueggiano) in modo particolare? Oppure portano sui capelli un fermaglio identificativo?
Come siamo caduti in basso!

Share
Questa voce è stata pubblicata in Accade a Gualdo. Contrassegna il permalink.