Wedding planner

Wedding plannerE’ sempre un piacere parlare di chi, soprattutto in tempi di crisi, si rimbocca le maniche, pensa a come andare oltre, inventa nuove proposte e nuovi servizi, anticipa i tempi e le esigenze della gente facendo leva su inventiva e capacità organizzative. Sono esempi positivi da proporre in particolare ai giovani, in particolare a quei giovani che, al contrario, pensano di poter risolvere le problematiche legate al loro futuro mettendosi sotto le ali protettive della politica.

Una proposta innovativa, almeno per il nostro territorio, è il “Wedding planner” che, tradotto in italiano, significa “organizzatore di matrimoni”. Essa nasce dall’incontro di un team composto da Laura Pavanati, di Pavia, che svolge già questa attività in diverse zone del Nord Italia, Stefano Santini (interior designer) in qualità di creativo e le operatrici dell’agenzia di viaggi Ramblas di Gualdo Tadino. La nuova proposta è stata presentata ufficialmente domenica 21 presso l’agenzia gualdese. I contenuti sono semplici da spiegare. Se una coppia di sposi non vuole impazzire per stare dietro alle mille incombenze che richiede l’organizzazione di un matrimonio (abiti nuziali, lista invitati, bomboniere, invito. prenotazione ed addobbo chiesa, pranzo, rinfresco, viaggio di nozze e chi più ne ha più ne metta) si può affidare al wedding planner e farsi condurre per mano. Dove? Naturalmente dove desiderano in base alle disponibilità economiche. Un modo probabilmente utile anche per pianificare la spesa senza rischiare di andare fuori controllo. Perché il wedding planner si muoverà sul mercato delle offerte tenendo conto del budget imposto dagli sposi: per il nostro matrimonio vogliamo spendere ics e non una lira di più per fare questo, quello e quell’altro.

Un servizio che, sicuramente, un risultato positivo l’otterrà. Lui e lei arriveranno all’appuntamento con il giorno più importante della loro vita non stressati e non sfiniti dalle decine di appuntamenti, decisioni da prendere, scelte da fare spesso senza avere le necessarie competenze per essere sicuri di optare per quella giusta, persone da incontrare. Insomma, sposarsi potrebbe non essere più una faticaccia ma soltanto una piacevolissima e determinante tappa della propria vita.

Riccardo Serroni

Share
Questa voce è stata pubblicata in Accade a Gualdo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.